Consiglio distribuzione Linux su pc obsoleti

Forum dedicato agli studenti del corso linux e a tutti gli amanti del pinguino!

Moderatore: matteo

Aggiornamento Iniziativa Linux in ufficio

Messaggioda francesco » ven mag 09, 2008 4:18 pm

Cari ragazzi, vi comunico che la sperimentazione di linux in uffici pubblici sta proseguendo con successo, superati i primi problemucci tecnici siamo partiti alla grande. Infatti vi sto scrivendo da una distro slax 6.0.6 installata su usb da 1 gb che adesso gira su un amd 850 Mhz, un'altra gemella sta facendosi apprezzare su di un PIII 500 che con windows XP e symantec e altre amenità era inutilizzabile. entrambe le installazioni le ho personalizzate con open office, skype, mozzilla firefox, wine, e gingilli vari. tutti pacchetti lzm creati da 0 direttamente da me attingendo qua e la da sorgenti e preparando il tgz e repositories (slacky. it sourceforge, linuxpackages). L'integrazione è pressochè perfetta, convivono in rete e condividono stampanti e shares. l'usabilità è massima, te ne vai in giro con la tua pendrive che si porta dietro perfino la configurazione (slax 6.0.6 ha perfezionato il persistence) che dire?! rimane da convincere il resto della popolazione in ufficio, incluso il driettore generale che Win/MIcrosoft non ci serve più. :-)
A presto Francesco
francesco
 
Messaggi: 25
Iscritto il: dom mar 19, 2006 11:59 pm

Messaggioda matteo » ven mag 09, 2008 5:29 pm

:D
viva linux!!!

per convincere le persone basta toccare il portafogli.
gli dici che da ora i pc può anche prendere quelli usati a 100€ scarsi l'uno invece dei nuovi a 1000€/cad (il minimo per far girare Vista :-) )

risparmio = 90%

Il mio progetto con slax alla fine si è fermato (ma non ne potevo più... mi stavano chiedendo piano piano di mettere il massimo microsoft su slax, a partire da internet explorer con tanto di activex, windows media player, join a dominio...)

auguri

Ciao,
Matteo
matteo
 
Messaggi: 327
Iscritto il: ven mar 17, 2006 10:22 am

Portafogli...

Messaggioda francesco » lun mag 12, 2008 2:50 pm

Purtroppo gli interessi in gioco sono altissimi quando sai tratta di contratti milionari per forniture e assistenza, per questo non mi faccio illusioni, è una battaglia che si comabatte su due fronti, burocratico e utenti. è gia difficile far passare l'idea che esiste un'alternativa a lavorare malissimo con un vecchio pc o non lavorare per niente. Per ora è bello vedere le reazioni degli utenti che finora non conoscevano niente di diverso da Windows, ho predisposto 5 pendrive e sono a disposizione di chi le vuole usare con il suo pc cesso, intanto passa a livello informativo, poi si potrà sensibilizzare l'amministrazione ad implementarlo ufficialmente. ma devo informarmi sui vincoli legali che ho con l'assistenza informatica, cosa posso fare di più sulle loro macchine e sulla loro rete. La cosa bella e impossibile è che questa slax va su internet senza settare nome utente è password del proxy e senza registrarsi in alcun modo nel dominio, non so come faccia ma è bellissimo. Se dovessi integrare win dentro linux non lo farei mai, il bello e l'utile sta nel fare le stesse cose senza complicazioni.

Vi tengo aggiornati, grazie ancora a tutti per le info,
un caro saluto, fra

PS questo thread ha raggiunto un certo qual numero di contatti....
francesco
 
Messaggi: 25
Iscritto il: dom mar 19, 2006 11:59 pm

Re: Portafogli...

Messaggioda matteo » mar mag 13, 2008 10:44 am

francesco ha scritto:La cosa bella e impossibile è che questa slax va su internet senza settare nome utente è password del proxy

mmm
questo mi sembra strano.
con windows sei obbligato a mettere le credenziali? e un pc non a dominio passa per proxy?

Se dovessi integrare win dentro linux non lo farei mai,

se i tuoi capi te lo obbligano purtroppo devi farlo.

Matteo
matteo
 
Messaggi: 327
Iscritto il: ven mar 17, 2006 10:22 am

Re: Portafogli...

Messaggioda francesco » mar mag 13, 2008 11:49 am

matteo ha scritto:
francesco ha scritto:La cosa bella e impossibile è che questa slax va su internet senza settare nome utente è password del proxy

mmm
questo mi sembra strano.
con windows sei obbligato a mettere le credenziali? e un pc non a dominio passa per proxy?


Si è molto strano infatti, perchè a memoria mia da quando lavoro quì non è mai successo che riesci ad uscire senza settare il proxy, anzi è molto restrittivo, invece slax fa come gli pare, l'unica ipotesi che mi viene in mente è che avendo lanciato lo script di installazione da windows (che è un batch) magari dentro c'è qualcosa che si va a prendere i parametri e le info indispensabili per settare tutto, ma con le password come fa? O forse la rete è configurata male e non se ne sono mai accorti. E' un mistero ma sarebbre da approfondire.
francesco
 
Messaggi: 25
Iscritto il: dom mar 19, 2006 11:59 pm

Messaggioda matteo » mar mag 13, 2008 12:12 pm

da firefox sotto windows esci senza pass?
da linux installato su pc esci senza pass?

Matteo
matteo
 
Messaggi: 327
Iscritto il: ven mar 17, 2006 10:22 am

Messaggioda Michele » mer mag 14, 2008 9:57 am

è necessaria login e pwd per il proxy?
a me capitava che lo rilevava automaticamente che c'era un proxy in rete!
forse permette di uscire senza una pwd!
concordo sul fatto che toccare il portafogli è molto convincente! :wink:
aggiungerei che non si prendono quelli usati, am vengono usati, ma vengono usati quelli attuali!
Quindi la spesa in pratica è annullata!
Inoltre installando programmi open si la quasi totale certezza dell'utilizzo di standard che hanno retrocompatibilità sempre, non come office, che se crei un db su office 2008, poi non puoi aprirlo con office 2000! :P
Inoltre questo non toglie che in casi estremi, ormai esistono versioni di programmi commerciali anche per linux, quindi risparmiando tutti i soldi per tutte le licenze si evita di installare programmi crakkati! :P

Perchè non organiziamo una specie di linuxday per i tuoi colleghi, abbiamo locali e possibilità, ma visto che siamo pochi facciamo una cose per gli studenti, colleghi e qualcun altro che ci avvisa in anticipo! :P

Come dice tu è anche fondamentale sensibilizzare l'utenza! :P

Dai che facciamo qualcosa di nuovo! :P

:wink:
Michele
 
Messaggi: 308
Iscritto il: ven mar 17, 2006 2:14 am

Messaggioda Michele » gio mag 22, 2008 12:25 pm

aggiungo la prima parte di un interessante articolo postato su programmazione.it:

DSL vs Puppy, minidistribuzioni Linux a confronto
Scritto da Francesco Corsentino il 19-05-2008 ore 09:09
A scatenare la lotta a colpi di test sulle minidistribuzioni Linux è stato Jun Auza, il quale riporta tutti i dettagli della sua personalissima analisi. Su un processore da 3,4 GHz, con ben 2GB di RAM, vengono testate due delle più famose ministridibuzioni Linux: DSL e Puppy. Vediamo come è andata.

DSL sta in appena 50 MB ed è derivata da Knoppix; Puppy si ispira a Slackware e come sistema è nettamente più completo, perciò la sua immagine base sfiora i 100 MB. Proprio da questa primissima differenza si capisce il vantaggio di velocità di DSL al boot della macchina. Differenza sottile, ma importante: circa 30 secondi per il caricamento contro i 50 di Puppy. Per il resto, i parametri di responsiveness (velocità di risposta) sono piuttosto livellati fra i due sistemi e comunque molto legati all'architettura hardware, che si sta sfruttando, e questo vale in generale per tutti i sistemi.

Per quanto riguarda le caratteristiche estetiche, Jun Auza esprime quello che è un suo personalissimo parere, dando maggiori punti a Puppy. Tra le due, la distribuzione australiana è stata progettata sfruttando, di default, il performante sistema desktop JWM e proponendo all'utente ampia varietà di wallpaper e funzionalità aggiuntive. Lo stile di Puppy non è mai troppo invandente, né eccessivamente minimalista, come quello di DSL, basato su FWM. In tal senso, concordo pienamente col giudizio di Auza.

Tra le carattestiche generali, l'autore del post analizza principalmente il parco software proposto e la facilità d'uso dei sistemi. Restando sul piano meramente numerico, Puppy batte nettamente DSL, come è intuibile dalla differenza di dimensione delle rispettive immagini ISO. E se si vuole fare un'analisi anche qualitativa, ancora una volta Puppy batte DSL, in quanto fornisce soluzioni a diverse tipologie di software.

In ogni caso, ambedue le distribuzioni permettono un ampliamento del sistema attraverso due distinti package management: DEB per quanto riguarda DSL, PET per quanto riguarda Puppy. Dai feedback degli utenti pare che quest'ultimo funzioni molto bene ed in più presenta una caratteristica interessante, che però vedremo nella seconda puntata.


link: http://www.programmazione.it/index.php? ... Item=39361
Michele
 
Messaggi: 308
Iscritto il: ven mar 17, 2006 2:14 am

Messaggioda Michele » ven mag 23, 2008 11:14 pm

ecco la seconda parte dell'articolo:

Nella prima puntata avevamo introdotto quello che è stato l'esperimento di Jun Auza, senza dubbi interessante, e avevamo discusso dei desktop environment e del sistema dei pacchetti delle distribuzioni Puppy e DSL.

Continuando nel discorso, Puppy mette a disposizione dell'utente una procedura semplice per poter creare una propria minidistribuzione Puppy, completamente personalizzata nella configurazione e nei pacchetti preinstallati. Una feature che al grande pubblico non è sfuggita e che ha riscosso parecchi consensi. Adesso, proseguiamo con l'analisi di Jun circa le caratteristiche avanzate delle distribuzioni.

In particolare, esse riguardano la capacità dei minisistemi di riconoscere l'hardware presente sulla macchina che si sta utilizzando. Sia DSL che Puppy permettono un uso efficace su quasi tutte le configurazioni hardware, pur mancando di tool di riconoscimento sofisticati. In realtà, proprio l'uso che si dovrebbe fare di questi prodotti impone agli sviluppatori di rendere i sistemi i più leggeri possibili. Da ciò segue il trascurare alcuni aspetti, quali appunto riconoscimento hardware.

Ma non è un male, se si guarda a questa mancanza con gli occhi del guru: per gli utenti più esperti ciò significa che, se si vuole ottenere una perfetta congruenza della minidistribuzione con la macchina in esame, è necessario lavorare sugli script e sui file di configurazione, il che procura solitamente un insolito divertimento. In generale però, ambedue i sistemi si dimostrano abbastanza robusti e stabili e permettono all'utente di lavorare in modo semplice, veloce ed efficace. Se si vuole che il proprio sistema DSL o Puppy lavori in modalità avanzata - diciamo così - allora serve mettere mano al parco software installato, prelevandolo dalla Rete e configurandolo a dovere. L'ultimo test vede quindi una situazione di pareggio.

In conclusione, agli occhi attenti e curiosi di Jun Auza Puppy prevale su DSL per desktop management, per parco software e per facilità d'uso. In realtà, provando a leggere tra le righe, si nota un certo successo di distribuzioni di questo tipo, che agli inizi dell'esplosione del fenomeno Linux, sembravano destinate ad avere vita breve.


fonte: http://www.programmazione.it/index.php? ... Item=39362
Michele
 
Messaggi: 308
Iscritto il: ven mar 17, 2006 2:14 am

Precedente

Torna a Unix, Linux & reti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron