Ubuntu vs Vista: Ubuntu al posto di Windows? (2/2)

Forum dedicato agli studenti del corso linux e a tutti gli amanti del pinguino!

Moderatore: matteo

Ubuntu vs Vista: Ubuntu al posto di Windows? (2/2)

Messaggioda Michele » mar ott 16, 2007 9:27 am

Forse quest'articolo è un p' di parte, alcuni programmi open source ancora non hanno raggiunto, le prestazioni dei rispetti microsoft!!!

Mentre molti altri menzionati, da alternativa a programmi proprietari sono diventati ispiratori per quelli di casa microsoft!

l'articolo è preso da:
http://www.tuxjournal.net/?p=1296

vi riporto il testo:
Nella puntata precedente, abbiamo visto i requisiti sia hardware che monetari dei sistemi operativi Ubuntu e Vista, nonché cosa offrono di default all’utente. Oggi vedremo le analogie e differenze riguardo la loro installazione, il software installabile e il relativo utilizzo.

Installazione
Ora che ne sappiamo un po’ di più sui due sistemi, vediamo come si comportano durante l’installazione.

Ubuntu 7.04 Feisty Fawn
L’installazione di Ubuntu è molto semplice. Una volta avviata da LiveCD, basta cliccare sul tasto install ed in sette click si potrà avere questo sistema operativo installato e pronto all’uso:

* primo click: ci verrà dato il benvenuto nel nuovo sistema e dovremo scegliere la lingua;
* secondo click: sceglieremo il fuso orario di nostra appartenenza;
* terzo click: sceglieremo il layout della tastiera;
* quarto click: questo è sempre il punto più delicato di ogni installazione di sistemi operativi: dovremo scegliere come partizionare il sistema, lasciando scegliere il da farsi ad Ubuntu o fare il tutto manualmente;
* quinto click: se ci fosse un’installazione su di un sistema Windows, Ubuntu permetterebbe di importare nella nuova installazione i preferiti di Internet explorer, gli sfondi, i documenti, la musica e le immagini. In questo modo, nulla andrebbe perduto.
* sesto click: dovremo inserire il nostro nome, nickname e password di sistema;
* settimo click: ci sarà presentata una schermata di riepilogo con le nostre scelte. Se va tutto bene, basterà cliccare su Install e in circa 20/30 minuti potremo iniziare ad utilizzare Ubuntu.

Windows Vista Home Premium
L’installazione di Widows è sempre stata molto semplice e Vista non è da meno, rendendola ancora più semplice e graficamente molto gradevole. In nove passaggi potremo installare e configurare il sistema per utilizzarlo subito:

* primo click: ci verrà chiesto la lingua da utilizzare, il fuso orario e il layout della tastiera;
* secondo click: ci basterà cliccare su “Installa” per avviare l’installazione del sistema operativo;
* terzo click: dovremo inserire il codice del prodotto riportato sulla licenza;
* quarto click: anche in Windows questo passaggio è delicato: dovremo scegliere in quale partizione installare il sistema.
Dopo questo passaggio, inizierà l’installazione del sistema che, attraverso due schermate, ci mostrerà visivamente a che punto si trova l’installazione del sistema;
* quinto click: Vista ci chiederà il nome utente e la password;
* sesto click: dovremo inserire il nome del computer e lo sfondo del desktop;
* settimo click: dovremo scegliere tra i tre tipi di protezione consigliati;
* ottavo click: dovremo ricontrollare il fuso orario;
* nono click: Vista ci ringrazia per averlo installato e dopo aver cliccato su “start” caricherà i nuovi settaggi fino a mostrarci la finestra di login per iniziare ad utilizzare il sistema.

Quarto passo: Programmi da installare: quanto mi costate?
Ora che abbiamo a disposizione il nostro sistema operativo installato e fiammante, vorremo sicuramente installare qualche nuovo programma. Sarà facile? Quanto ci costerà?

Ubuntu 7.04 Feisty Fawn
L’estensione dei programmi da installare in questo sistema operativo - detti pacchetti - è .deb (maggiori informazioni qui).

Fondamentale: per installare dei nuovi programmi in Ubuntu, bisognerà avere i permessi di root e dovremo sempre utilizzare la relativa password. Nella maggior parte dei casi, per gli utenti desktop, si saranno creati due utenti:

* uno è l’utente base che ha accesso limitato al sistema e che solitamente siamo noi utenti;
* l’altro è l’utente root, di cui abbiamo inserito la password durante l’installazione.

Per installare i programmi in Ubuntu, abbiamo diverse soluzioni per tutti i tipi di utenti, dai meno esperti ai più smaliziati:

* cliccare su Applicazioni e poi su Aggiungi/Rimuovi e cercare il programma da installare;
* cliccare su Sistema, poi Amministrazione ed infine su Gestore pacchetti Synaptic e cercare anche qui il programma desiderato;
* scaricare da Internet i pacchetti per Ubuntu ed installarli facendo doppio click e poi installa dalla finestra che appare;
* installarli da terminale (metodo per esperti).

A meno che non siano dei software commerciali - per ora molto pochi - la maggior parte dei programmi installabili in Ubuntu è totalmente gratuita e vanta decine di centinaia di applicazioni per tutti i gusti.

Windows Vista Home Premium
L’estensione dei programmi da installare in questo sistema operativo è .exe. Per installare dei nuovi programmi in Vista è semplicissimo, anzi, banale: basta fare doppio click sul programma ed eseguire il setup.

Windows, vanta anch’esso decine di centinaia di applicazioni che possono essere commerciali - sicuramente tra le più utilizzate -, freeware ed open source: un ottimo mix per poter avere una grande scelta di programmi da scegliere per l’utente.

Una grossa critica che viene fatta ai sistemi GNU/Linux - Ubuntu compresa - riguarda la qualità del corredo software: coloro che migrano da Windows ad Ubuntu, vorrebbero gli stessi programmi esistenti per il primo dei due sistemi. Purtroppo, non sempre ci sono dei corrispettivi linuxiani di programmi Windows che possano avere la stessa qualità - si veda ad esempio la mancanza di un applicativo che possa concorrere con Photoshop, Autocad, i software di video e audio editing -. Rimangono comunque molte alternative validissime e, in alcuni, casi superiori ai software richiesti che possono non far sentire la mancanza di queste applicazioni.

Quinto passo: A cosa mi serve il pc?
La vera domanda da porsi prima di scegliere un sistema operativo è: “A cosa mi serve il pc?”

Solo rispondendo a questa domanda, sapremo se è meglio installare Ubuntu o Vista, in base alle reali esigenze.

“Per giocare”
Se si vuole utilizzare il computer prevalentemente per giocare, allora la scelta è semplice: bisogna utilizzare Vista. Il mercato non ha ancora fatto il “grande passo”, permettendo di avere tutti i giochi per Pc sia per Windows sia per GNU/Linux - anche se, per diritto di cronaca, alcune società iniziano a farlo -. Nonostante le decine di giochi presenti per Linux, Windows rimane ancora la scelta incontrastata.

“Per navigare in rete e chattare con gli amici”
Se si vuole utilizzare il pc per navigare in rete e chattare con gli amici, può risultare inutile spendere soldi: meglio installare Ubuntu che a costo zero permette tranquillamente di navigare, gestire la posta elettronica, chattare con gli amici e tutto ciò che ha a che fare con la rete.

“Per studiare/lavorare”
Stesso discorso, come sopra. Se l’utilizzo prevalente che si fa con il computer è l’utilizzo di programmi di videoscrittura, fogli di calcolo, presentazioni, pdf, archivi e tutto ciò che è legato al mondo dello studio o del lavoro quali possono essere ricerche in rete, masterizzare dati, utilizzare software scientifico, elaborare dati, anche in questo caso si può utilizzare tranquillamente Ubuntu al posto di Vista.

“…E per ascoltare la musica e vedere i filmati”
Anche in questo caso, senza spendere un euro, si può utilizzare Ubuntu ed suo validissimo corredo di programmi che permettono sia l’ascolto della musica - mp3, cd, podcast, in streaming ecc… - sia la visione di ogni tipo di filmato presente in rete e non.

“Per fare audio/video editing”
Se si vuole gestire file audio/video con una certa professionalità e qualità, i software commerciali disponibili per Vista sono ancora i migliori in circolazione, di conseguenza, se si hanno queste esigenze, meglio installare Vista ed acquistare il software adatto, pur non sdegnando quello corrispondente in Ubuntu.

“Per programmare”
Dipende. Se si vuole utilizzare un IDE avanzato come Visual Studio e/o programmare in .NET, allora è consigliabile installare Vista. Negli altri casi, si può installare Ubuntu ed utilizzare ide potentissimi come Eclipse e Netbeans, oppure altri software open source per poter programmare in qualsiasi linguaggio.

Sesto passo: Alla fine, quanto mi costa avere un sistema completo?
Quando si installa un sistema operativo, bisogna tenere conto anche che, se non si utilizzano programmi freeware od open source, bisognerà spendere altri soldi per poter rendere effettivamente usabile al 100% il sistema.

Vediamo quanto ci costa tutto ciò nei due sistemi operativi.

Ubuntu 7.04 Feisty Fawn

Per la rete:
Navigare: Firefox costo: 0
Gestire la posta: Evolution/ Thunderbird costo: 0
Chattare: Pidgin/aMSN costo: 0
VoIP: Skype/Egika costo: 0
Feed RSS: Liferea costo: 0
File sharing: aMule costo: 0

Audio/Video:
Musica: Rhythmbox/Exaile/Amarok costo: 0
Video: Totem/MPlayer/VLC costo: 0

Grafica:
2D: the Gimp costo: 0
3D: Blender costo: 0
Disegno vettoriale: Inkscape/XaraXtreme costo: 0

Ufficio:
Suite office: OpenOffice.org costo: 0
Masterizzare: Brasero/K3b costo: 0

Sicurezza:
Antivirus: ClamAV costo: 0
Firewall: iptables costo: 0

Programmazione:
Ide: Eclipse, NetBeans costo: 0

Costo totale: 0 euro (indipendentemente dal software utilizzato)

Windows Vista Home Premium

Per la rete:
Navigare: Internet Explorer/Firefox costo: 0
Gestire la posta: Windows mail/ Thunderbird costo: 0
Chattare: MSN costo: 0
VoIP: Skype costo: 0
Feed RSS: Outlook costo: 0
File sharing: eMule costo: 0

Audio/Video:
Musica: iTunes/WMP/WinAmp costo: 0
Video: WMP/VLC/BSPlayer costo: 0

Grafica:
2D/3D: Adobe Photoshop CS3 costo: 1200 € circa (incluso nel pacchetto Adobe Creative Suite Design Standard)/Paint Shop Pro Photo X2 costo: 89 €
Disegno vettoriale: Illustrator CS3 costo: 1200 € circa (incluso nel pacchetto Adobe Creative Suite Design Standard)

Ufficio:
Suite office: Microsoft Office 2007 costo: almeno 550 €
Masterizzare: ahead nero 7 costo: circa 70 €

Sicurezza:
Antivirus + firewall: Norton Internet Security 2008 costo: circa 70 €

Programmazione:
Ide: Visual Studio .NET costo: circa 2000 €

Costo totale: fate voi in base alle vostre esigenze!

Conclusioni
Ovviamente, era impossibile in questo articolo trattare approfonditamente differenze ed analogie tra Vista ed Ubuntu.

Quelle presentate, sono le caratteristiche che saltano di più all’occhio tra i due sistemi per suscitare curiosità nei lettori. Domanda finale: Può Ubuntu prendere il posto di Vista sui Pc degli utenti?

Ai lettori l’ardua sentenza.
Michele
 
Messaggi: 308
Iscritto il: ven mar 17, 2006 2:14 am

Torna a Unix, Linux & reti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron