findability [preso da www.webmasterpoint.org]

Forum per tutti i neofiti e gli esperti che vogliono proporre o rispondere ad argomenti che riguardano lo sviluppo di apllicazioni web basate in aprticolare su Html - Css - Php - MySql, ma non solo...

Moderatore: Michele

findability [preso da www.webmasterpoint.org]

Messaggioda Michele » lun mag 15, 2006 11:02 am

i posto un articolo molto interessante uscito stamattina su http://www.webmasterpoint.org. L'indirizzo ioriginale dell'articolo è questo
L' articolo tratta della reperibilità delle info su un sito web!
ve lo ripropongo di seguito:
Dall'usabilità alla trovabilità, ovvero la findability delle informazioni in un sito web
Novità, informazioni sulla grafica computerizzata, tendenze e programmi.
a cura di Shinynews

Shiny è l'Azienda che dal 1994 fornisce servizi innovativi e di alta qualità, rivolti alle imprese e ai professionisti del settore Internet

In inglese è la findability. In italiano, con orribile neologismo, trovabilità: con questo termine si indica, in senso lato, la possibilità di trovare il contenuto che si sta cercando. Un passo indietro logico rispetto ai temi propri dell'usability, perché prima bisogna essere in grado di trovare le informazioni, e dopo di usarle. La findability è invece alla base dell'Information Architecture e di tutte le discipline affini, il Web design, la progettazione pura e il marketing.



Dove si esercita la findability

Per quanto ci interessa, ovviamente, leghiamo il discorso della trovabilità a Internet e ai siti Web. In realtà il termine sta assumendo un significato ancora più ampio, che può essere riferito alla capacità di trovare chiunque e qualunque cosa, ovunque e sempre. È il passaggio dalla findability in senso stretto al fenomeno degli UFO, o ubiquitous findable object, oggetti trovabili dappertutto e sempre. Basti pensare ai GPS per il tracciamento satellitare, alle triangolazioni delle celle di connessione dei cellulari, agli RFID per la tracciatura dei prodotti e a tutte le altre tecnologie, consolidate o sperimentali, per mantenere costante traccia degli spostamenti e delle presenze. In un mondo interconnesso, il meno che può capitare, da qui a qualche anno, è che queste tecnologie convergano verso uno o più standard di tracciamento.



La Web findability

Per fermarsi alla Web findability, dobbiamo distinguere tra la trovabilità esterna e quella interna. Infatti, il ritrovamento di un'informazione o di un dato parte non dall'interno del sito Internet, ma dall'esterno, dalla capacità di rendere visibile l'informazione ai navigatori.

Lavorare sui motori di ricerca

Con milioni e milioni di pagine Web, non lavorare sulla findability delle informazioni equivale a lasciarle scomparire nell'oceano del Web come gocce d'acqua. Rete di link, ottimizzazione sui motori di ricerca, pubblicità sui motori di ricerca e sui siti più visitati sono tra le tecniche più comunemente utilizzate per incrementare la visibilità delle proprie informazioni. In particolare, risulta produttivo investire tempo ed energie nell'ottimizzazione del proprio ranking sui motori di ricerca, non solo per il proprio nome aziendale o per il proprio brand, ma anche e soprattutto per il contenuto. Per ciascuna delle parole chiave che individuano la nostra attività Web dovremmo accertarci di essere in una posizione adeguata sui motori di ricerca (almeno nella prima pagina dei risultati).



La findability interna

Ogni lavoro di visibilità esterna, però, può essere vanificato da una pessima findability interna. Informazioni nascoste in pagine interne, dati essenziali separati dalla loro descrizione, assenza di una struttura logica dell'informazione: questi sono tra i principali problemi che rendono impossibile rintracciare le informazioni all'interno di un sito Web.



Gli accorgimenti necessari

Senza entrare per il momento nel dettaglio della realizzazione di pagine Web adeguate, cominciamo subito però con il suggerire alcuni accorgimenti pratici che possono aumentare la findability delle informazioni all'interno di un sito. Si tratta di pochi, essenziali, elementi, che non dovrebbero mancare tra le proprie pagine.
Motore di ricerca interno. È una soluzione vaga ma quanto mai opportuna, perché permette di risolvere le questioni critiche di rintracciabilità delle informazioni. Naturalmente, il motore deve essere adeguatamente funzionante e deve restituire soltanto le occorrenze effettivamente rispondenti alle richieste dell'utente.
Alberi di classificazione. Rendere visibile la struttura del proprio sito può essere un buon accorgimento, a patto di averla creata in maniera lineare e chiara. Se la struttura visibile, la mappa del sito, è cliccabile, si fornisce al navigatore la possibilità di andare alle informazioni desiderate saltando i vari passaggi intermedi.
Breadcrumbs. Le briciole di pane sono indicazioni da mettere su ogni pagina Web, che spiegano a quale livello ci si è spinti nella navigazione interna. Cliccabili, permettono di risalire di livello (saltando quelli intermedi), senza costringere l'utente a risalire con il tasto 'Indietro'. Utili soprattutto nei siti con notevole profondità di livello delle informazioni.

Menu del sito e delle pagine. In ogni sito, ma anche nelle singole pagine Web, la presenza di un menu ben strutturato e chiaro (con riferimento ai titoli delle pagine, altrettanto chiari), può fornire un valido aiuto nel reperimento delle informazioni.

Faq. Le Frequently Asked Question permettono di indicare non solo le soluzioni ai quesiti dei navigatori, ma di indirizzarli alle pagine interne dove possono trovare il contenuto adatto. In questo senso, non è una cattiva idea separare le Faq tecniche da quelle di contenuto.
Michele
 
Messaggi: 308
Iscritto il: ven mar 17, 2006 2:14 am

Torna a Webmaster

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron